';

Sicurezza nei Data Center: Bouygues si affida a LSI LASTEM

Sicurezza nei Data Center: Bouygues si affida a LSI LASTEM

Temperatura nei Data Center: keep it cool

I data center sono strutture ad alta intensità energetica: verificare l’efficacia dei sistemi di raffreddamento necessari a mantenere la loro temperatura costante, già in fase di primo collaudo, è fondamentale per garantire la sicurezza e l’affidabilità dei costosi server che verranno installati. Come? LSI LASTEM offre una vasta gamma di sensori per il monitoraggio accurato, in real time, di temperatura e umidità relativa all’interno di questi edifici.

Image module

BOUYGUES + LSI LASTEM = elisir di lunga vita dei Data Center

Bouygues E&S InTec Italia S.p.A. ha scelto la strumentazione LSI LASTEM per il collaudo di un data center, sito nel Comune di Settimo Milanese, attraverso la simulazione di carichi termici simili a quelli dei server, 500 kW, 1000 kW, 1.500 kW e 2.000 kW, a diverse altezze.

Per due settimane, 64 sonde LSI LASTEM hanno campionato la temperatura ogni 3 minuti, 12 ore al giorno, per valutare la capacità degli impianti di condizionamento di dissipare efficacemente il calore dai rack e preservare le corrette temperature di esercizio: tra 25°C e 27°C nel corridoio freddo, fino a 42°C nel corridoio caldo e nel controsoffitto dove viene aspirata l’aria. Oltre alla temperatura, i sensori hanno monitorato anche l’umidità relativa che, in presenza di valori elevati, favorisce la formazione di condensa o, in caso di aria troppo secca, genera l’accumulo di elettricità statica.

“Da diversi anni ci affidiamo agli strumenti di monitoraggio LSI LASTEM, inclusi i data logger, in virtù della loro qualità e affidabilità. Nel collaudo di questo data center, si è reso indispensabile disporre di soluzioni altamente resistenti, in grado di campionare le grandezze in continuo e in tempo reale: in tal senso, la scelta è ricaduta in modo naturale sui sensori LSI LASTEM di temperatura e umidità relativa, certificati presso il loro laboratorio. Tra gli ulteriori plus, la possibilità di modificare i tempi di trasmissione in funzione delle nostre esigenze”. Daniele Pasquini, Responsabile Commissioning Ufficio Tecnico Bouygues E&S InTec Italia S.p.A.

Comments
Share
Maurizio Mauri

Related posts
Leave a reply